Benvenuti, oggi è lunedì 29 maggio 2017 - ore: 04.12
Facebook

Comune di Foiano della Chiana

DOMENICA 7 DICEMBRE V EDIZIONE DELLA FIERA DI S. BARBARA

Domenica 7 Dicembre dalle ore 9 alle ore 20 nel Centro Storico di Foiano della Chiana si svolge la V edizione della Fiera di S. Barbara. Organizzata dal Comune di Foiano ospita circa 60 operatori di diverse categorie merceologiche sia alimentare che non alimentare.La fiera ripropone la tradizionale fiera del bestiame di S. Barbara che si teneva a Foiano ai primi di dicembre sin dal 1830. Nei secoli XVII-XVIII, parallelamente al commercio dei cereali fiorente nella zona sin dall'epoca medievale, si sviluppa l'allevamento bovino e, di conseguenza, prende avvio anche il mercato del bestiame che raggiunge nell'Ottocento una qualità ed un'ampiezza tale da indurre la Comunità a fare richiesta di poter svolgere una fiera apposita approvata dal Granduca con un rescritto del 15 luglio 1830. Interessante è, inoltre, la presenza di alcuni produttori agricoli ed espositori e venditori di piccolo artigianato e delle opere del proprio ingegno. Anche i negozi del Centro commerciale naturale hanno la possibilità dell'apertura domenicale. In sostanza si tratta di un'ottima occasione per cominciare a pensare ai regali di natale, passeggiando tra i "banchi" ed entrando nei negozi.

ANTICA FIERA DI S. BARBARA

Sin dal Medioevo l'economia locale si basa sulla presenza fissa di un mercato periodico. Il più antico statuto della Comunità datato al 1387 riserva una specifica rubrica al mercato, vista l'importanza che esso rivestiva per l'economia generale, che si doveva tenere una volta al mese ed era principalmente finalizzato al commercio dei cereali. Tale mercato viene riconosciuto nuovamente alla Comunità anche nelle capitolazioni della resa di Foiano nel 1452 che, oltre al consueto mercato settimanale del mercoledì, dava la possibilità di svolgere una fiera annuale della durata di 3 giorni a cominciare dalla vigilia di Sant'Angelo (5 maggio). Mentre nel 1560 i Signori Nove autorizzavano la Comunità a svolgere il mercato settimanale il lunedì, come avviene ancora oggi, nel corso dei secoli successivi, si può seguire la vendita dei prodotti cerealicoli dai quaderni redatti dal Cancelliere con i prezzi al mercato (sin dal 1597) e del resto le dolci colline di formazione alluvionale e composte da un terreno sufficientemente profondo e sciolto si prestavano bene alla coltivazione. Parallelamente al commercio dei cereali si sviluppa qualitativamente e quantitativamente anche l'allevamento bovino e di conseguenza il mercato del bestiame che raggiunge nell'Ottocento un'ampiezza tale da indurre la Comunità a fare richiesta di una fiera dedicata appositamente al bestiame da tenersi, appunto, nei primi giorni di dicembre. Il Granduca approva la richiesta della Comunità con suo rescritto del 15 luglio 1830. Per pubblicizzare la nuova iniziativa il granduca autorizza anche la spesa della pubblicazione nella Gazzetta e la stampa di ben 200 avvisi. Nel secolo successivo le dimensioni raggiunte dalla fiera sono ben documentate dalle immagini del "Piazzone" di Furio Del Furia.

 

Manoscritto santa barbara

 

 Bibliografia:

G. B. Del Corto, Storia della Valdichiana, Arezzo 1989, ristampa anastatica Arezzo 1996.

 Fonti:

A.S.Fi, Statuti delle comunità autonome e soggette, Foiano, statuto del 1387.

A.S.C.F., Comune poi Comunità di Foiano, Statuti del 1541, n. 3, Libro II, rubrica XXXII

A.S.C.F., Comunità restaurata di Foiano, Deliberazioni e partiti, n. 284, c. 143, seduta del 3 agosto 1830

A.S.C.F., Cancelleria di Foiano, Copialettere, n. 992, c. 162v

A.S.C.F., Cancelleria di Foiano, Carteggio dei cancellieri, n. 912

Fototeca Furio Del Furia, n. 3080

 

 

 

 

 


Area riservata
  

  

Accedi alla webmail
INDIRIZZO:
Piazza Cavour n. 1 52045 Foiano della Chiana Arezzo - Italy

PEC