Benvenuti, oggi è domenica 22 ottobre 2017 - ore: 09.01
Facebook

Comune di Foiano della Chiana

29 E 30 AGOSTO NUOVO APPUNTAMENTO CON VISIONI - XII EDIZIONE
LOGO VISIONI

 Ritorna il Festival Visioni, la kermesse di teatro e musica della Valdichiana che giunge quest’anno alla XII edizione. Un percorso che si disloca nei comuni della vallata aretina dal 24 al 30 agosto.

A Foiano della Chiana Lunedì 29 agosto Dosto e Yevski con "Rap-sodia con Donna Olimpia", il 30 agosto El grito (Belgio) con "Scratch and stretch".

 

linkfestival

Visioni paesaggi d’arte con vedute di teatro

                                                                                   

Provincia di Arezzo      Regione Toscana         Il Carro di Jan

Comuni di: Castiglion Fiorentino, Civitella della Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino

 

24/30 agosto 2011        XII edizione

 

Dodicesima edizione del Festival Visioni paesaggi d’arte con vedute di teatro . Il Festival cambia la sua storica collocazione e si sposta nell’ultima settimana di Agosto. 20 spettacoli in tutto. L’idea portante è lavorare intorno al sentiero della bonifica, che attraversa l’intera valdichiana: un omaggio all’opera granducale con visita alle fattorie e alle ex coloniche dove al tramonto si potrà assistere a spettacoli, fare uno spuntino e ascoltare chi ci parlerà di acqua, agricoltura, sviluppo sostenibile, architettura e progetto della bonifica, in un percorso che si può raggiungere in bicicletta o a piedi in collaborazione con Fiab e Lega ambiente.

La sera spettacoli nei borghi e nelle piazze della Val di Chiana o all’interno dello Chapiteau (teatro-tenda) che per 4 giorni ospiterà circo contemporaneo, danza contemporanea, teatro comico musicale, pantomima e teatro visuale . Gli spettacoli:

Teatro circo contemporaneo che torna a ospitare artisti internazionali come El Grito (Belgio) Jenny Rombai, equilibrista (Germania) e Maria Peligro, clown (Argentina).

Danza contemporanea con Sosta Palmizi/Artisti associati in un originale varietà diretto da Giorgio Rossi e presentato da Vasco Mirandola.

Teatro comico musicale italiano con la Microband e le loro follie musicali, i raffinati Dosto e Yevski con la meravigliosa voce di Donna Olimpia, e la sorpresa di Sandro Berti (storico componente della Banda Osiris) e le sue Storie di libertà all’interno del sentiero.

Teatro contemporaneo e visuale con il bellissimo Talita Kum di Riserva Canini (Milano) e Caravankermesse di David Batignani e Natascia Curci (Firenze) che dentro un camper, ospiterà 10 spettatori alla volta con più repliche serali per tre sere…

Lo chapiteau viene montato per questo anno a Pieve al Toppo in uno spazio non lontano dal sentiero, nel comune di Civitella che è anche il primo comune della valdichiana ad essere attraversato dal sentiero stesso. Nel sentiero sabato 27 e domenica 28 dalle 17 alle 20, Jenny Rombai (equilibrismo), Maria Peligro (clown), i Brokenhaus (danza performance), Riserva Canini con Click , Sandro Berti con Storie di libertà e da Barcellona il LUMACA bar con eco-bio alimenti.

Visioni aderisce al progetto europeo Chapi/tour eco circo/danza/teatro in movimento lento promosso da Sosta Palmizi /Il Carro di Jan/El Grito di cui è l’anticipazione italiana.

 

Primo “Eco-Circo” ad “emissioni zero”:

CHAPITEAU EL GRITO CONTEMPORARY CIRCUS in collaborazione con AzzeroCO2, ha deciso di compensare le emissioni di gas serra relative ai consumi energetici, agli spostamenti dello staff e del materiale nonché degli spettatori, durante lo svolgimento dei Festival in programma per la stagione estiva 2011, aderendo ad un progetto di forestazione in Italia.

AzzeroCO2 rilascerà al circo il proprio marchio che attesterà che le attività di El Grito saranno a zero emissioni per la durata degli eventi.

El Grito Contemporary Circus parteciterà a 10 festival in varie località europee nell’arco di quattro mesi. La distanza media che percorrerà lo staff in ogni spostamento è stimata intorno ai 200 km.

Sono previsti quattro spettacoli a festival con un consumo energetico pari a 40kWh/serata e una media di 200 spettattori per ogni esibizione. Aderendo al progetto di forestazione di AzzeroCO2, il circo compenserà emissioni pari alle 13 tonnellate di CO2 prodotte dai 40 spettacoli in programma.

 

 

 

LUNEDì 29 AGOSTO - PIAZZA DELLA COLLEGIATA
RAP-SODIA CON DONNA OLIMPIA DI DOSTO E YEVSKI

Rap-Sodia
è un esplosivo intreccio di musica e comicità.

Gli interpreti sono Dosto (pianoforte) e Yevski (contrabbasso), due musicisti accademici che hanno gettato alle ortiche la compostezza sinfonica per creare un viaggio fra i generi più vari, dal classico al tango, dalla musica popolare al rap, dai Beatles a Modugno e via elencando, passando attraverso circa settanta brani. Il concerto si avvarrà di una cantante lirica – Donna Olimpia (un mezzosoprano, perché il soprano costava troppo) – e del suo cane "Mimì" degni compari di Dosto & Yevski.Lo spettacolo, magistralmente diretto da Pino Ferrara, si snoda tra incidenti, burle e gag, fatte esclusivamente di suoni e gesti, senza l'ombra di un testo. Grazie ad accurati arrangiamenti si possono gustare gli accostamenti più improbabili, offerti da un contrabbasso e un pianoforte che superano ogni ragionevole limite. Sulla scorta di un lavoro iniziato nel 1991 e in seguito a ben 500 repliche in Italia e all'estero, abbiamo riscontrato un grandissimo successo e notevole gradimento presso i bambini, ragazzi, adulti, anziani, stranieri, musicisti e non. Rap-Sodia  è uno spettacolo in cui musica e humor si rincorrono, creando un evento insolito nel panorama teatrale e musicale. Gli interpreti sono Dosto (pianoforte) e Yevski  (contrabbasso), due musicisti accademici che si divertono a spaziare fra i generi vari, dal classico al tango, dalla musica popolare al rap, dai Beatles a Modugno e così via, proponendo un viaggio decisamente inedito attraverso la Storia della Musica. Lo spettacolo si snoda fra incidenti, burle e gag fatte esclusivamente di suoni e gesti, senza l'ombra di un testo.

Dosto

Nato a Roma, mostra precocemente creatività e fantasia. Ad es., investe la paghetta settimanale in una curiosa attività: si munisce di buste vuote applicandoci numerosi francobolli di piccolo taglio, per raggiungere deliberatamente appena poco meno della somma prescritta, quindi le spedisce ad indirizzi che trova a caso sull'elenco telefonico, costringendo gli sconosciuti destinatari a pagare la minima ma scomoda cifra necessaria a ricevere il nulla speditogli. Lo studio del pianoforte lo stimola ad una visione musicale del mondo, ad es. le targhe delle macchine di Milano (MI) gli sembrano incomplete, quindi gli aggiunge una b, ottenendo così Mib, ovvero Mi bemolle.
A tempo perso si diploma anche in composizione.

Yevski

Nasce a Roma. Da bambino divora fumetti di Mickey Mouse. E' invece inappetente, lo sottopongono quindi a cure molto efficaci, che finiscono con lo scatenargli un appetito non ancora placato. La passione per la musica va di pari passo con quella della buona cucina.
Ama in particolare le percussioni, difatti tortura la famiglia percuotendo gli oggetti più svariati: piatti bicchieri pentole libri serrande tavoli scatole etc. etc. etc. Si iscrive al Conservatorio di Roma, però invece che in percussioni finisce col diplomarsi in contrabbasso! Non si perde d'animo; visto il suo amore per anagrammi, nonsense, e strani giochi (tipo contare velocissimamente – a mente – il numero di lettere che compongono una o più parole), decide di formare un duo comico con Dosto. Grazie a questa attività può sfogare l'antico amore per la ritmica, percuotendo il contrabbasso

Donna Olimpia

Nata a Roma, comincia fin da bambina a mostrare la sua passione per il fischio; difatti supera brillantemente l'esame di ammissione al Conservatorio grazie alla sua abilità nel fischiare le melodie che le venivano richieste. Parallelamente alla tecnica del fischio, che raggiunge livelli virtuosistici, si interessa anche al canto e diventa scenografa. Svolge intensa attività concertistica come mezzosoprano, ma due incontri fondamentali segnano la sua maturazione artistica: il primo è quello con la scomparsa cagnetta Mimì, con la quale entrò in simbiosi; la portava infatti sempre con sé, anche a concerti o prove di qualsiasi genere di musica, fornendole così una notevole educazione musicale che permetteva alle due di esibirsi insieme con grande affiatamento. Il secondo è quello con Dosto & Yevski, grazie ai quali può dare liberamente sfogo alla sua potente vis comica.

MARTEDì 30 AGOSTO - PIAZZA CAVOUR
SCRATCH AND STRETCH - El Grito

Acrobatica Aerea, Mano a Mano, Giocoleria, Musica live

Da un semplice suono come quello prodotto da una bacchetta contro un sensore elettromagnetico si sviluppa la base musicale che da il via al gioco tra i due artisti. Non c'è una storia, ma semplicemente due persone che vivono in un universo dove tutto è possibile: dal perdersi nel ricordo di antiche paure, all'essere interamente nel presente per poter raggiungere l'equilibrio tra due corpi. Immagini e suoni si rincorrono in un gioco da dove nascono le azioni che costituiscono il vero filo conduttore dello spettacolo. Di colpo l'universo sonoro apre un varco nel suo confine permettendo al pubblico di entrare a far parte di esso attivamente: le voci di alcuni spettatori vengono campionate in un ''sampler'' per poi essere modificate e mixate con un sintetizzatore ed un pianoforte. Chi ha donato un suono, riascoltandolo nella melodia, lo riconoscerà come suo ma a quel punto sarà già di tutti. E sarà diverso. Si assiste ad un atto irripetibile, quella musica che accompagna ed ispira una acrobata in aria a sette metri dal suolo non esisterà mai più. ''Non si aspira a nulla di permanente; si costruisce con coraggio nell'impermanenza, nel continuo cambiamento''.

 


Area riservata
  

  

Accedi alla webmail
INDIRIZZO:
Piazza Cavour n. 1 52045 Foiano della Chiana Arezzo - Italy

PEC