Benvenuti, oggi è venerdì 23 giugno 2017 - ore: 19.39
Facebook

Comune di Foiano della Chiana

SABATO 1 OTTOBRE CONFERENZA SULL'ORDINE DI SANTO STEFANO
stefaniani

Sabato 1° ottobre, alle ore 17,45 alla biblioteca comunale

 

 

Conferenza tenuta dal Prof. Alessio Varisco, Accademico della Marina del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, direttore di Antropologia Sacra dal titolo A 450 anni dalla costituzione del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire: il ruolo degli Stefaniani in Toscana a cura dell’istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano di Pisa.

In tale occasione verrà presentato il libro di Alessio Varisco Maremma terra di Cavalieri: Giovanniti, Templari e Cavalieri di Santo Stefano, 2010, Effigi.

 

Alessio Varisco nasce a Monza dove studia e lavora. Cittadino del mondo, come suoel definirsi, ha risieduto in Umbria, Liguria, Toscana e in Engadina. E’ maestro d’Arte all’Accademia di Belle arti di Brera. Laureato in Magistero Teologico presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano, Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano, è accademico della Marina del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire. Esperto di ordini Militari e Monastico Cavallereschi, collaboratore di diversi periodici, co-fondatore e presidente del progetto “Domus Templi”. Direttore della rivista on-line “Antropologia Arte Sacra” ed art director dell’Associazione Culturale no-profit “Tecne Art Studio”. Dal 2008 svolge attività di conferenziere a titolo non oneroso con numerose Istituzioni Culturali ed Amministrazioni Pubbliche.

 

Il libro “Giovanniti, Templari e Cavalieri di Santo Stefano”, guida alla scoperta delle tracce che hanno lasciato i cavalieri in Maremma. Chiese, monasteri, spedali e luoghi di posta lungo le antiche vie dei pellegrinaggi sono, infatti, visibili segni del passaggio dei monaci-soldati che dal medioevo sono arrivati sino a noi circondati dal fascino del mistero. E la bussola per capirne qualcosa di più e penetrare nell’intricato mondo degli ordini cavallereschi la offre il Prof. Alessio Varisco con il volume di 416 pagine edito da Effigi Edizioni dal titolo “Maremma terra di Cavalieri: Giovanniti, Templari e Cavalieri di Santo Stefano”, realizzato con il patrocinio dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Grosseto, del Sovrano Militare Ordine di Malta, dell’Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano e dell’Arciconfraternita di Misericordia di Grosseto. Il libro ha la presentazione di: Sua Eccellenza Mons. Franco Agostinelli, Vescovo della Diocesi di Grosseto, di Sua Eccellenza Mons. Angelo Mascheroni, Vescovo ausiliare del Cardinale Arcivescovo di Milano e di Mons. Giovanni Scarabelli, cappellano conventuale professo del Sovrano Militare Ordine di Malta, Vice Presidente della Società di Scienze Ausiliarie della Storia (fondata dal filosofo Benedetto Croce). Varisco percorre gli insediamenti monastico cavallereschi nella Maremma grossetana (accennando anche all’alto viterbese) con descrizioni (fonti e visite) dei segni e delle testimonianze che ancora oggi sono visibili. Nella prima parte del volume si parla di “Oratores et bellatores”, le origini degli ordini monastico-cavallereschi, quindi, nella seconda parte il tema è la Militia Christi, ovvero i cosiddetti “monaci in arme”; e chiude la figura di un santo pellegrino e della Beata Vergine, domina degli ordini cavallereschi. Una mappatura documentata, con grande dovizia di particolari, che affascina per la ricchezza dei segni e delle testimonianze lasciate nelle chiese dai monaci ospedalieri di San Giovanni sapientemente decodificati dall’Autore in Maremma con alcuni personaggi di spicco quali Giovanni Pecci – nobile senese, canonico del Duomo di Siena, monaco gerosolimitano – inviato Episcopo di Grosseto. Un ulteriore capitolo è riservato ai “Poveri Commilitoni di Cristo e del Tempio di Salomone”, mettendo sempre molto ben a luce le origini dell’Ordine in Terra Santa e del suo determinarsi nella bassa Toscana: ne sono testimonianza la Pieve di Santa Cristina a Rocchette, la Chiesa di San Martino a Magliano in Toscana, per finire il Duomo di Sovana, preziosa testimonianza del passaggio dei Templari in Maremma. In ultimo la cronologia del processo ai templari, nonché l’analisi del processo a Ravenna e dell’Arcivescovo Rainaldo da Concorezzo. Varisco descrive alcuni dei maggiori monumenti religiosi ancora visitabili nella Toscana meridionale evocando grandi personaggi come San Giorgio (protettore del primo Ordine Equestre costantiniano), San Leonardo, San Guglielmo il Grande da Malavalle, il mitico San Galgano. Personaggi che hanno fatto la storia della cristianità ed hanno illustrato, con immagini fantastiche, le pareti di molte chiese in affreschi analizzati dal Varisco. Il quarto capitolo è riservato al Sagr’Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, milizia postcrociata sorta per presidiare l’area costiera e salvaguardare il Granducato, e fondato da Cosimo I de’ Medici. Di questa Militia il Varisco analizza gli esordi, i legami con la Regula Benedicti - definendolo perciò di derivazione benedettina -, la chiesa Conventuale Maggiore in Pisa - celeberrima opera religiosa dell’architetto Vasari -, gli ex monasteri guglielmiti e la Commenda Concini, nonché il “Priorato di Pisa”, documentando con tavole cronologiche i vari priori ed i Gran Maestri dell’ordine stefaniano. L’ultimo capitolo è dedicato a San Rocco di Montpellier – pellegrino e penitente vissuto nel XIV secolo – di cui l’Autore individua gli stretti legami nel culto della Religione Giovannita (Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta) ed anche in quella stefaniana (si pensi alla presenza di una chiesa sulla piazza dei cavalieri a Pisa), un breve profilo agiografico e della geografia rocchiana.

File Allegati

scarica la locandina


Area riservata
  

  

Accedi alla webmail
INDIRIZZO:
Piazza Cavour n. 1 52045 Foiano della Chiana Arezzo - Italy

PEC