Benvenuti, oggi è venerdì 24 marzo 2017 - ore: 07.32
Facebook

Comune di Foiano della Chiana

12 AGOSTO TORNA IL FESTIVAL DEL FOLKLORE

XII Festival Europeo di Musica e danza popolare

Foiano della Chiana – Piazza della Collegiata

Martedì 12 agosto 2015

Mercoledì 12 agosto alle ore 21.30 in Piazza della Collegiata torna il Folklore con l’XI Festival Europeo di Musica e Danza Popolare organizzato dalla Compagnia “Il Cilindro” di Monsigliolo (Cortona) in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Foiano della Chiana.

Il Festival (che debutta per la prima volta nel 2004) si è affermato come momento di incontro e dialogo tra popoli diversi, con culture differenti, in alcuni casi anche distanti l’uno dall’altro. Alla musica e alla danza queste compagnie e le istituzioni che le sostengono affidano il compito di esprimere un mondo che rinuncia ai conflitti e sceglie la conoscenza reciproca ed il dialogo. Il Festival Europeo di Musica e Danza Popolare nasce in Valdichiana luogo privilegiato d’incontro di culture provenienti da tutto il mondo: si pone in questo contesto con un messaggio di fratellanza ed accoglienza che nasce dalla consapevolezza che le radici più profonde della nostra società, le tradizioni più popolari, hanno una base comune. Il folclore propone danze e canti di lavoro, d’amore, di religiosità popolare che esprimono sentimenti comuni a molti popoli ed in cui tutti possono riconoscersi.

Lo spettacolo che si propone al pubblico è sempre gradevolissimo, con toni variegati e danze e canti accattivanti e profonde.

 I gruppi che si esibiscono nella splendida cornice di Piazza della Collegiata per l’edizione 2015 sono: Gruppo folcloristico marinaro ‘A Shcaffètte Marinaro di Termoli; l’ Ensemble National Balkaria della Repubblica di Kabardie et Balkarie; il Gruppo folkloristico Pas d’la Yau di Quevaucamps (Belgio) e la “Compagnia il Cilindro” di Monsigliolo (Italia).

Il Festival si conclude il giorno successivo mercoledì 13 agosto a Cortona. 

Ingresso libero.

 

‘A Shcaffètte - Gruppo Folklorico Marinaro di Termoli
Il gruppo prende il nome dalla quota parte di pesce (‘A Shcaffétte) contenuta in un piccolo paniere di vimini, che spettava al pescatore dopo la giornata di lavoro. ‘A Shcaffétte è uno dei pochi gruppi in Italia ad esprimere il folklore tipico marinaro, ricevendo riconoscimenti non solo dal pubblico ma anche da studiosi di tradizioni popolari italiani ed europei. Invitato alla cerimonia ufficiale di apertura, alle Universiady di Zagabria (Jugoslavia) nel 1987, in rappresentanza dell’Italia, ha ottenuto il 1° posto, tra 40 gruppi europei ed extraeuropei, come gruppo che eseguiva le danze di lavoro, con gli antichi arnesi usati dai pescatori, con la sua danza più rappresentativa “‘U balle du Stremmature”.
Proponendoli sotto forma di balli e di spettacolo il gruppo ‘A Shcaffètte ha rielaborato particolari movenze e gestualità di alcuni tipi di pesca ormai in disuso, di giochi particolari e di determinate situazioni di vita locale. Si costituisce infine in associazione culturale l’8 Maggio del 1982, con lo scopo di tramandare gli usi e costumi della propria gente, attraverso ricerche verbali e bibliografiche.
Attualmente l’associazione è composta da danzerini, danzerine, e suonatori di strumenti tipici del luogo.

Ensemble National Balkaria - République de Kabardie et Balkarie
Il gruppo folk nazionale della Repubblica autonoma Russa Kabardino-Balkaria, (situata ai piedi del Caucaso) è stato fondato nel 1988 da giovani talenti formatisi presso il National Dance School Nalchik, la cui cultura tradizionale di origine antichissima è stata forgiata nel corso di molti secoli. Si tratta di un folklore ricco e variegato che offre un programma di danze che si rifanno alla vita del suo popolo, a volte vertiginose e appassionate, a volte dolci e liriche e, talvolta, del tutto gioiose. Uno degli elementi più caratteristici delle coreografie è il ballo sulle punte eseguito da uomini con un controllo perfetto, nonostante le qualità acrobatiche richieste. Per quanto riguarda le canzoni, queste cercano ispirazione da storie poetiche e fantastiche, miti e leggende del popolo di Kabardino Balkaria. Il repertorio, impostato su un’attenta coreografia, è sempre apprezzato dal pubblico e comprende: danze del fuoco, correre come un ruscello di montagna, danze delle ragazze, danze burlesque…. Ogni spettacolo dimostra l’amore di questo popolo per il suo passato e lo sforzo per mantenere la propria identità che continua a difendere con infinito talento.

Pas d’la Yau - Quevaucamps (Belgio)
L’espressione “Pas d’la Yau”, che ha dato nome al gruppo, significa “al di là dell’acqua” ed è stato dato al popolo che vive a nord del fiume belga Haine.
Il Gruppo, fondato nel 1983 in Quevaucamps, attualmente è composto da un centinaio di soci suddivisi in vari gruppi che praticano danze, canti e musiche tradizionali di Vallonia e Fiandre.
Questo gruppo è riconosciuto dal tour “Arte e Vita” del Ministero della Comunità francese del Belgio e opera con successo sui palcoscenici belgi e stranieri (Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Ungheria, Germania, Inghilterra, Portogallo, Lettonia ...).

COMPAGNIA “IL CILINDRO”
La compagnia, organizzatrice del Festival, si propone come testimone e memoria della tradizione e cultura popolare e contadina della Valdichiana e toscana ma con interessi anche nelle varie discipline dello spettacolo, nelle quali è impegnata da anni con attività di promozione, formazione e produzione, in particolare verso i ragazzi e i giovani.
Dal 2004 organizza a Cortona il FESTIVAL Europeo di musica e danza popolare con la partecipazione di vari gruppi provenienti da nazioni Europee. Per questa iniziativa ha ricevuto il riconoscimento del presidente della Repubblica Ciampi (secondo Festival) e dal presidente Napolitano (settimo Festival).
Ha partecipato a varie manifestazioni folcloristiche in Italia e all’estero in particolare in Germania (Francoforte, Bonn, Colonia, Stoccarda), in Grecia, in Austria, Francia, Croazia, Portogallo, Romania, dove, per l’occasione, ha presentato anche aspetti folcloristici dell’Italia centrale e di altre regioni italiane (es. il ballo della Tarantella).
Il 17 marzo 2011, in occasione del 150° dell’Unità d’Italia, la Compagnia è stata riconosciuta GRUPPO DI MUSICA POPOLARE E AMATORIALE DI INTERESSE NAZIONALE.
Grazie all’esperienza di laboratori teatrali per ragazzi e giovani, iniziata nel 1997, da ottobre 2013 ha dato vita a una SCUOLA DI TEATRO E FOLCLORE con un corso di teatro, che ha allestito una commedia-saggio “Il povero Piero” di Achille Campanile (verrà replicata in autunno al teatro Signorelli), un corso di Canto, in collaborazione con l’AUSER di Camucia, un corso di Danze popolari (per le quali collabora anche con le scuole).
Nel 2015 è stato avviato il progetto “Teatro nei Paesi” in collaborazione con il Comune di Cortona con spettacoli nelle frazioni di Chianacce, Pietraia, Fratta, Montecchio e Mercatale: lo spettacolo “Mia bella addio!” dove con canti, storie e balli si raccontano cento anni di storia d’Italia dal Risorgimento alla Liberazione, il “Bruscello di S.Margherita”, sempre emozionante, la comicissima commedia di Zeno Marri “Tango de la gillusìa ‘n Chjèna” si sono alternati nei vari paesi.


Area riservata
  

  

Accedi alla webmail
INDIRIZZO:
Piazza Cavour n. 1 52045 Foiano della Chiana Arezzo - Italy

PEC