Benvenuti, oggi è venerdý 24 marzo 2017 - ore: 07.33
Facebook

Comune di Foiano della Chiana

VENERDý 18 DICEMBRE PRESENTAZIONE LIBRO

Venerdì 18 dicembre ore 17,30
Sala conferenze della Biblioteca comunale

Storie di donne, tra violenza di genere e voglia di tenerezza
Presentazione del libro “Bastava una carezza” (ed. Sef), 11 racconti di Serena Milaneschi

Un incontro per presentare l’ultima fatica letteraria di una delle scrittrici più promettenti del panorama toscano: sarà l’assessore alle Pari Opportunità e all’Istruzione del Comune di Foiano della Chiana, Elena Micheli, a introdurre e presentare il volume Bastava una carezza (ed. Sef) della giovane aretina Serena Milaneschi. L’appuntamento è per venerdì 18 dicembre, alle ore 17.30, presso la sala conferenze della Biblioteca comunale (piazza Cavour, 7): insieme all’autrice e all’assessore, all’incontro parteciperà Andrea Vignini, direttore della Biblioteca comunale.

Per Serena Milaneschi – al secondo volume, dopo l’esordio di due anni fa con Negli occhi di chi guarda (ed. Giovane Holden) - sarà l’occasione di raccontare a Foiano i temi che stanno alla base di Bastava una carezza, un libro che alterna momenti di profonda amarezza e illuminante dolcezza, così come le numerose sfaccettature della quotidianità. Negli undici racconti in cui il volume è articolato, la freddezza della cronaca si fonde col calore della narrativa: l’autrice disegna con pennellate taglienti i ritratti di personaggi impigliati nel vortice della vita, in equilibrio precario tra il precipizio dell’indifferenza e le braccia calde di una tenerezza umana che sola potrebbe salvarli. In molti casi protagoniste sono le donne - Clelia, Nina, Iris, Creusa, Grazia – dai nomi familiari, comuni. Ma il libro contiene anche storie di ragazzi alle prese col passaggio delicato tra il mondo sognante dell’adolescenza e quello disincantato degli adulti. Al di là della storia che ognuno porta con sé, sono personaggi che rincorrono la tenerezza di un amore che fa da comune denominatore a tutto il libro.

“I miei personaggi – racconta Serena - non sono affascinanti o accattivanti, sono normali e anzi, alcuni di questi odiosi, come la moralista Clelia de Lo scandalo, oppure disperati, come il marito protagonista de La vicina di casa. Sembrano quasi tutti burattini in balìa delle circostanze fino a che non capita loro qualcosa e sono costretti a svegliarsi e prendere in mano la loro vita, fino a che non si accorgono che l’amore sta al centro della vita e solo vivendolo a pieno possono sentirsi uomini e donne completi”.

Il volume presenta uno stile narrativo semplice e schietta che fa leva sulle immagini prima ancora che sulle parole, lasciando che siano le emozioni del lettore a venire fuori come un fiume in piena. Sono storie, quelle che si snodano lungo gli undici racconti, che sembrano prese da fatti di cronaca o da scorci di vita quotidiana e che possono farci affondare nel buio oppure donarci la forza di aggrapparci alla luce. Non a caso, è proprio questo l’immenso potere dei racconti che accompagnano il lettore sul cammino di un’immedesimazione completa e lo spingono a cimentarsi con un epilogo personale, una chiave interpretativa che molto spesso viene appena suggerita dall’autrice.

Serena Milaneschi Nasce ad Arezzo nel 1985 e si laurea in letteratura dell’America del Nord alla facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze. La Val di Chiana è la sua casa ma Firenze è la sua città. Fin da bambina resta incantata quando le raccontano le storie e scrive racconti da che si ricorda. É profondamente innamorata della letteratura in ogni sua forma, da quella per bambini, alla poesia, fino ai grandi classici europei e statunitensi.


Area riservata
  

  

Accedi alla webmail
INDIRIZZO:
Piazza Cavour n. 1 52045 Foiano della Chiana Arezzo - Italy

PEC